febbraio 12, 2012

sento il tabacco in polvere della sigaretta stringersi in gola
si direbbe un giorno calmo, le signore entrano e escono dalla chiesa, il mercato in fondo alla via non è poi così rumoroso e credo che qualcuno vada in bicicletta nonostante questo freddo indifferente.
ma il modo in cui il giorno entra dalla finestra aperta è brusco e livido
il mio letto disfatto è sempre più simile a una zattera da naufragio. il cuore in burrasca. alcuni oggetti senza passione nè modestia si contendono lo spazio, qualcuno cade dagli angoli con un tonfo.
arrivano sempre i pirati la domenica

Annunci

One Response to “”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: